Ultima modifica: 7 Giugno 2018
Istituto Comprensivo Di Vittorio - Padre Pio > Valutazione alunni scuola secondaria

Valutazione alunni scuola secondaria

 

Schema sintetico dei criteri di ammissione/non ammissione alla classe successiva ed all’esame di stato e della valutazione per il voto di ammissione agli esami deliberati dal Collegio Docenti del 31 maggio 2018

Criteri di ammissione/non alla classe successiva e all’esame di stato Scuola secondaria di 1° grado

1. Gli alunni sono ammessi alla classe successiva e all’esame conclusivo del primo ciclo, salvo quanto previsto dal DPR 249.1998 art. 4 c 6 e dal D Lgs 62.2017 art. 6 c 2.
2. Nel caso di parziale o mancata acquisizione dei livelli di apprendimento in una o più discipline (voto inferiore a 6/10), il consiglio di classe può deliberare a maggioranza, con adeguata motivazione, la non ammissione alla classe successiva o all’esame conclusivo del primo ciclo.
3. Nel caso in cui le valutazioni periodiche o finali delle alunne e degli alunni indichino carenze nell’acquisizione dei livelli di apprendimento in una o più discipline, l’istituzione scolastica, nell’ambito dell’autonomia didattica e organizzativa, attiva specifiche strategie per il miglioramento dei livelli di apprendimento.
4. Il voto di ammissione all’esame conclusivo del primo ciclo è espresso dal consiglio di classe in decimi, considerando il percorso scolastico compiuto dall’alunna o dall’alunno.

Criteri di non ammissione alla classe successiva e all’esame di stato
La non ammissione può essere deliberata in base ai criteri di seguito riportati:
1. Il consiglio di classe in modo collegiale costruisce le condizioni necessarie per attivare/riattivare un processo positivo, con tempi più lunghi e più adeguati ai ritmi individuali.
2. Il consiglio di classe in modo collegiale rende partecipe la famiglia dell’evento e accuratamente prepara l’alunno, così come l’accoglienza nella futura classe.
3. Il consiglio di classe docenti valuta accuratamente la mancanza di prerequisiti definiti nel passaggio da segmenti formativi ad altri che richiedono salti cognitivi particolarmente elevati.
4. essere deliberata in situazione di eccezionale gravità in cui si registrino le seguenti condizioni:
a. assenza o gravi carenze delle abilità propedeutiche ad apprendimenti successivi (letto-scrittura, calcolo, logico-matematiche);
b. mancati processi di miglioramento cognitivo pur in presenza di stimoli individualizzati;
c. gravi carenze e assenza di miglioramento, pur in presenza di stimoli individualizzati, relativamente agli indicatori che attengono alla partecipazione, alla responsabilità e all’impegno.

Validità dell’anno scolastico

1. È richiesta la frequenza di almeno tre quarti del monte ore annuale personalizzato, definito dall’ordinamento della scuola secondaria di primo grado.
2. Il collegio dei docenti ha deliberato le seguenti motivate deroghe al suddetto limite: assenze prolungate per patologia, assenze prolungate giustificate e documentate per complesse situazioni familiari purché sia stati acquisiti elementi sufficienti per la valutazione.
3. Nel caso in cui non sia possibile procedere alla valutazione per mancato rispetto di quanto ai punti precedenti, il consiglio di classe accerta e verbalizza, nel rispetto dei criteri definiti dal collegio dei docenti, la non validità dell’anno scolastico e delibera conseguentemente la non ammissione alla classe successiva o all’esame finale del primo ciclo di istruzione.

Criteri di attribuzione del voto di ammissione all’Esame di stato
Il Consiglio di classe
1. Verificata la “Validità dell’anno scolastico”;
2. verificata l’avvenuta partecipazione del candidato alle prove Invalsi di inglese, italiano e matematica;
3. valuta gli obiettivi raggiunti negli apprendimenti del triennio (colonna “Apprendimenti” del prospetto di seguito riportato);
4. esprime, con un unico voto finale in decimi, il voto di ammissione all’Esame di stato in conformità alla valutazione del candidato, relativa al triennio ed elaborata utilizzando i descrittori di seguito riportati, declinati con votazione da 5/10 – per i casi di ammissione all’esame con il minimo voto ammesso da codesta istituzione scolastica – a 10/10. Nella attribuzione del voto di ammissione, si terrà conto della media dell’ultimo anno con eventuale arrotondamento in eccesso. La media dell’ultimo anno avrà un peso pari all’80%, la media del primo e secondo anno del 10% ciascuno.

 

Descrittori Situazione iniziale  

Impegno

 

Metodo di studio Linguaggi specifici Livello di raggiungimento degli obiettivi Maturazione personale
Valutazione in decimi

/

modalità di espressione 

La situazione iniziale era caratterizzata da competenze Nel corso del triennio ha manifestato un impegno Si avvale di un metodo di studio Padroneggia i linguaggi specifici delle varie discipline in modo Rispetto a quelli programmati per la classe, gli apprendimenti sono risultati Il livello di maturazione personale raggiunto è
10 ottime eccellente efficace e personale appropriato e critico superiori Ottimo
9 distinte assiduo efficace appropriato parzialmente superiori Distinto
8 buone buono buono buono buoni buono
7 soddisfacenti soddisfacente soddisfacente soddisfacente soddisfacenti soddisfacente
6 sufficienti settoriale adeguato adeguato adeguati grazie agli / nonostante gli interventi individualizzati sufficiente
5 quasi sufficienti e sono presenti alcune difficoltà nell’uso della lingua italiana/altro dipendente dalle attività proposte esecutivo semplice discontinui e non ancora adeguati nonostante gli interventi individualizzati quasi sufficiente



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi